Cos’è il Link Building e come migliora il posizionamento?

Con i nostri Registrar abbiamo approfondito questa tecnica SEO

Sono tantissime le tecniche che possono essere utilizzate per migliorare il proprio posizionamento online e che trovano spazio nella definizione di SEO (Search Engine Optimization). Come avevamo scritto in un precedente articolo si può migliorare il posizionamento dei contenuti di un blog tenendo a mente piccole regole quando si scrivono i tag title.

Un’altra tecnica che abbiamo deciso di approfondire è quella del link building, che consiste nel far richiamare il proprio sito web da altri portali o nell’usare tecniche di copywriting che permettono ai motori di ricerca di dare maggior importanza a determinati contenuti.

Leggi anche Come migliorare l’indicizzazione del proprio sito

Nell’applicare questa tecnica, per ottenere il risultato sperato, vi consigliamo di prestare attenzione ad alcuni aspetti particolari:

  • È necessario che ci sia massima attinenza di contenuto tra le pagine web che linkano al vostro sito e le vostre corrispettive pagine linkate
  • Maggiore è l’autorevolezza dei siti che linkano al vostro dominio, maggiore è il loro apporto (calcolato dal motore di ricerca) nei confronti dei vostri contenuti
  • In generale, è sempre più premiata la naturalezza delle misure SEO: nelle fasi iniziali è quindi consigliato procedere con poche azioni ma concepite con criterio.
  • Anche la gestione dei link interni tra le vostre pagine è importante, soprattutto quando le pagine crescono in numero e con molteplici categorie/menu.

Questa tecnica è così importante che registrare un dominio diverso dove pubblicare dei contenuti collegati al proprio sito principale può essere un’ottima idea: a patto, chiaramente, che i contenuti scritti siano completamente diversi e non copiati/incollati. I motori di ricerca infatti non digeriscono i contenuti duplicati e tendono a penalizzarli.

Leggi anche Cos’è un sito web responsive

Appena messe a punto queste accortezze non vedrete subito il vostro sito tra i primi suggerimenti della ricerca: i risultati vengono mostrati dai motori dopo qualche tempo e può passare un giorno come un mese prima che essi compaiano nella SERP (Search Engine Results Page). Tuttavia si può verificare l’indicizzazione dei propri contenuti con molti tool online: vi suggeriamo di iscrivervi a Google utilizzando gli strumenti per webmaster, come Search Console o Google Analytics, che vi aiuteranno a capire al meglio cosa vede il motore.

Testo a cura di:
Nicola Vianelli – Shellrent
Stefano Ghezzi – Seisnet

Lascia il tuo commento

Hai dubbi sui domini? Chiedi all'esperto

Scopri tutte le
nostre guide gratuite
Scarica i kit